Storia

Oskar Schindler era un agente dell' Abwehr ?

Con questo articolo si porta alla ribalta del pubblico il fatto accertato, da documenti declassificati, che Oskar Schindler, da cui è stato tratto il soggetto per il film "Schindler list", era un agente segreto dei servizi di intelligence (l'Abwehr) della Germania nazista.

Oskar Schindler era nato a Svitavy, in tedesco Zwittau, nei Sudeti, una regione dell'allora Impero Austro-Unngarico, il 28 aprile 1908 e morì a Hildesheim in Germania il 9 ottobre 1974. Fu un imprenditore tedesco, diventato famoso per aver salvato 1.200 ebrei, anche se poi furono da lui utilizzati per la sua fabbrica di oggetti smaltati, la DEF ossia "Deutsche Emaillewaren-Fabrik", ubicata in via Lipowa n. 4 presso il villaggio di Zablocie.

Questa storia è arrivato fino a noi quasi per caso, quando Thomas Keneally scrisse il romanzo "L'arca di Schindler" da cui poi fu trato il film "Schindler's List" direto da Steven Spielberg. Questo grazie al fatto di averne raccolto i resoconti quando un giorno entrò nel negozio di Leopold Pfefferberg alias Poldek, che era un grande amico di Oskar Schindler.

Così dopo l'anessione dei Sudeti al Terzo Reich, Oskar Schindler arrivava a  Cracovia. Qui acquistò a basso prezzo una fabbrica in via Lipowa n. 4 nnel quartiere industriale di Zablocie, ribattezzondola DEF per la produzione di pentolame e in seguito di munizioni, contribuendo così allo sforzo bellico della Germania.

Oggi sappiamo da documenti declassificati che Oskar Schindler era un agente dell'Abwehr, mentre ufficialmente appariva come industriale. In seguito, per varie ragioni, ora palesi e ora occulte, iniziò a difendere i suoi operai con energia, sostenendo, ufficialmente, che quei lavoratori, seppur ebrei, contribuivano al buon andamento della fabbrica. Fu anche un brillante diplomatico, e dopo il raid del 1942 nel ghetto di Cracovia, fu sempre pronto a salvare i suoi "Schinndler-juden" ossia gli "ebrei di Schindler".

Poi si accorderà con Amon Goeth, il comandante di Plaszow, per il trasferimento di 900 ebrei nell'adiacente complesso industriale. Allorquando i sovietici erano alle porte della città di Cracovia, Schindler riuscirà a spostare i 1.200 lavoratori in una fabbrica presso Brunnlitz, oggi Brnenec, in Cecoslovacchia. Era l'ottobre 1944.

Nel trasferimento, il convoglio femminile, che era partito a distanza di sette giorni da quello maschile, venne deviato per il lager di Auschwitz. Schindler riuscirà nell'intento di farselo restituire e così fu che tutte le donne raggiunsero senza altri ostacoli Brunnlitz; città che verrà liberata nel maggio 1945. Alla fine della guerra Schindler emigrò in Argentina, ma ritornò dopo alcune traversie in Germania nel 1958. Il governo israeliano, dopo la sua morte avvenuta il 9 ottobre 1974, dichiarò ufficialmente Oskar Schindler "Giusto tra i giusti" e nel 1962 verrà sepolto nel cimitero latino, sul monte degli Ulivi di Gerusalemme.